Alla Befana piace il vino!

Alla Befana piace il vino!

748
SHARE
epifania

La Befana vien di notte

con le scarpe tutte rotte

col vestito alla “romana”

viva viva la Befana!!

 

Porta cenere e carboni

ai bambini cattivoni

ai bambini belli e buoni

porta chicchi e tanti doni!

Questa divertente filastrocca  ci introduce a uno dei personaggi più amati dai bimbi italiani.

Secondo la leggenda, la Befana incarnerebbe la vecchina armata di scopa che i Re Magi incontrarono durante il loro viaggio verso Betlemme e che scelse di non seguirli perché troppo indaffarata. Il grande rimpianto per non aver seguito i Magi nel loro pellegrinaggio verso colui che solo in un secondo momento riconobbe come Redentore la spinse a compiere ogni anno, da allora, un giro di casa in casa per consegnare doni, proprio come fecero Gaspare, Melchiorre e Baldassarre.

Ancora oggi, secondo una tradizione ormai consolidata, la Befana si prodiga in regali per i bambini che si sono comportati bene durante l’anno, punendo i più cattivi, invece, con una bella dose di carbone (anche se con il tempo, ormai, la parte “punitiva” è stata definitivamente abbandonata in favore di un sempre più apprezzato carbone dolce). Per questo, la sera del 5 gennaio, i più piccoli sono soliti appendere una calzetta dove la vecchina può depositare il suo dono.

Forse non tutti sanno, però, che per far davvero contenta la Befana (nella speranza di ricevere doni e leccornie) bisogna lasciare un po’ di vino e un mandarino (o un’arancia), per far sì che nella lunga notte a cavallo tra il 5 e il 6 di gennaio la simpatica e generosa vecchina si possa rifocillare durante il suo faticoso giro di consegne.

In realtà, la festa dell’Epifania affonda le sue radici nel calendario precristiano ed è legata alle tradizioni di alcuni popoli celtici: l’usanza a cui fa riferimento è quella del rogo della “vecchia”, grande fantoccio che veniva bruciato in onore di alcune misteriose divinità a simboleggiare la fine di un ciclo e l’inizio di una nuova fase. D’altronde, il 6 gennaio chiude ufficialmente il periodo natalizio.

Come ogni festa che si rispetti, l’Epifania è caratterizzata da alcuni cibi “simbolo” (in Italia diversi di regione in regione), oltre alla mole di caramelle e cioccolata in tutte le sue forme e sapori che fanno la gioia dei bambini.

Per i più grandi, è – invece – l’occasione per concedersi qualche ultimo stravizio prima di iniziare una rapida dieta detox.