Qual è la differenza tra un wine bar e un pub?

Qual è la differenza tra un wine bar e un pub?

792
SHARE

 (articolo di Louise Vinciguerra, american blogger Let It Wine)

Esistono tanti tipi diversi di locali dove si può andare a bere qualcosa (bar, ristoranti, wine bar, bistro, pub), ma cosa puoi trovare in ognuno? I due più comuni, wine bar e bar, vengono spesso confusi: confrontiamoli. Usati spesso come sinonimi, possono effettivamente sembrare la stessa cosa. Ma quanto ti trovi in un vero wine bar, non puoi non accorgertene. Ecco perché.

Nessuno qui ti chiederà se vuoi un bianco o un rosso. Prima di tutto, se hai intenzione di mangiare qualcosa, devi prima decidere cosa ordinare e poi scegliere cosa bere. Se ordini uno Chardonnay con una bistecca di sicuro qui ti guarderanno male. Dunque, ti chiedono se vuoi mangiare qualcosa prima di chiederti del vino? Rullo di tamburi: sei nel posto giusto.

Non ti prenderanno in giro se rimandi indietro la bottiglia. Se te ne hanno offerta una che sa di tappo non solo dovresti rimandarla indietro, ma anzi non avrebbero proprio dovuto portartela al tavolo. Nessun sommelier permetterebbe prese in giro e lamentele sul suo locale.

Un wine bar dovrebbe avere nella carta altri spumanti oltre allo Champagne. Dovresti poter scegliere se ordinare un Prosecco o un Lambrusco. Qui, inoltre, gli spumanti non possono essere tutti chiamati erroneamente “champagne”. Solo perché è frizzante non significa che sia stato prodotto in Francia. Gli italiani, per tradizione, bevono bollicine prima di cena, perciò dai al tuo vino il giusto nome.

In un wine bar che si rispetti, dovrebbero fornirti sempre le informazioni sulla storia della bottiglia che si sceglie. Chi sono i produttori? A quale famiglia di vini appartiene? Dove, di preciso, è stato prodotto e con quale metodo? È un vino DOC o DOP? Queste sono le domande cui ogni dipendente di un wine bar dovrebbe saper rispondere.

Ora che sai cosa puoi aspettarti, corri a bere un bicchiere o due al tuo wine bar preferito!