Vino: un’etichetta ci salverà

Vino: un’etichetta ci salverà

636
SHARE
etichetta parlante

C’è un detto famosissimo che recita: “In vino veritas“. Già, a quanti non è capitato di lasciarsi andare a rivelazioni, spesso imbarazzanti, dopo aver bevuto un bicchiere di troppo?

Un finale quasi scontato, che fingiamo comunque di non conoscere, specie quando si stappa una bottiglia a conclusione di una giornata troppo lunga, o quando si vuole stemperare qualche delusione amorosa.

Vinepair, un importante magazine dedicato al vino, però, ha deciso di tentare un piccolo esperimento e si è chiesto: cosa succederebbe se le bottiglie potessero parlare? Se quando le stiamo per prendere dagli scaffali già sapessero cosa succederà di lì a poco e potessero “sbattercelo” in faccia candidamente con un bel messaggio a lettere cubitali?

La risposta è semplice. Direbbero cose tipo: “Sappiamo entrambi che più tardi piangerai”. Oppure: “Non bermi prima di una telefonata, ci siamo capiti…”.

E così, dopo i “trailer onesti” che tanto si stanno diffondendo sul web con la loro dose di cinismo e brutale ironia, ora arrivano anche le “etichette oneste” che fanno parlare le bottiglie di vino come farebbe un amico sincero, ma anche un po’ sfrontato.

Il risultato è decisamente divertente… fino a che non troverete l’etichetta “onesta” che si rivolge proprio a voi!